IL CARCERE

    La cura delle persone detenute nella casa circondariale è un compito che, su mandato vescovile e dunque a nome di tutta la diocesi, è svolto dalla Compagnia attraverso l’opera di padre Silvio Alaimo, che dal 2003 è appunto il cappellano del carcere.

Tale incarico era stato ricoperto in passato anche da padre Antonio Compostella, a conferma della vicinanza non solo territoriale dei gesuiti a questa realtà presente nel cuore della nostra città e segnata spesso da profonda sofferenza.
   



Warning: file_put_contents(visitors.txt): failed to open stream: Permission denied in D:\inetpub\webs\sacrocuore-tsit\include\chiudi.php on line 11


Chiudi